Essiccare peperoncini: guida completa all’essiccazione dei peperoncini

Uno dei metodi migliori per conservare i peperoncini è l’essiccazione, essiccare i peperoncini vi consentirà di preservare a lungo i vostri frutti senza che perdano le loro campagne organolettiche.In una stagione particolarmente abbondante di questo originale e apprezzatissimo ortaggio, dopo il consumo fresco e la preparazione di salse piccanti da conservare, se ne è avanzata una quantità consistente, una buona soluzione per non sprecarli è procedere all’essiccazione. Si tratta di un metodo di conservazione che utilizza il calore per disidratare gli alimenti, mantenendo i loro valori nutrizionali.

Essiccare i peperoncini è una procedura piuttosto veloce che da la possibilità di pregustare il gusto piccante anche nei periodi in cui i peperoncini freschi non sono più reperibili.

Un’accortezza da avere quando si sceglie di essiccare i peperoncini è quella di mantenere intatta la membrana, così da preservare la piccantezza dei peperoncini. Infatti, proprio all’interno della membrana si trova la capsaicina, responsabile del gusto pungente.

A seconda dei gusti personali, potete privare il frutto dei semi oppure no, per farlo, aprite a metà il peperoncino utilizzando un coltello. In caso di peperoncini particolarmente piccanti, è consigliabile utilizzare un paio di guanti.

Come essiccare i peperoncini?  Quali metodi scegliere? Scopriamolo insieme!

essiccare peperoncini

Essiccare i peperoncini appendendoli

Uno dei metodi più antichi e semplici è essiccare i peperoncini legandoli tra loro e lasciandoli appesi in una stanza.

Per appendere i peperoncini potete usare lo spago utilizzato anche per l’arrosto, in alternativa potrete utilizzare un filo di cotone e un ago  con il quale andare a incidere la parte superiore del frutto, fate un nodo dopo ogni peperoncino per evitare che si muova lungo il filo e create dei piccoli mazzetti.

Una volta legati i mazzetti create una piccola asola che permetta di appenderli al muro. Essiccare i peperoncini con questo metodo è una procedura piuttosto lunga, la cui durata varia a seconda dell’umidità e della temperatura dell’aria, ci può volere un mese o più prima che raggiungano il giusto grado di secchezza.

E’ consigliabile scegliere una stanza asciutta e ventilata per essiccare i peperoncini più velocemente ed evitare l’insorgere di alcune delle più comuni malattie del peperoncino.

consigli per essiccare peperoncini

 

Essiccare peperoncini al sole

Seccare i peperoncini al sole è un metodo molto utilizzato nel Sud Italia che per sua fortuna gode delle migliori condizioni climatiche per questa pratica, sole intenso e poca umidità. L’essiccazione del peperoncino al sole è il processo più economico per essiccare i peperoncini che avete raccolto.

Per essiccare i peperoncini al sole è necessario tenere in considerazione due fattori molto importanti: in primo luogo il livello di umidità dell’aria e secondariamente le condizioni meteorologiche, troppa umidità dell’aria, tipica delle ore che precedono la pioggia, è pericolosa per la salute dei frutti.

Per riuscire a effettuare correttamente l’essiccazione ed eliminare l’acqua presente al loro interno è necessario disporre tutti i peperoncini in fila staccandoli dal ramo principale.

Una volta staccati e disposti su una superficie piana, potrete aprirli a metà ed estrarre i semi. Lasciare i frutti aperti accelera anche il processo di essiccazione.

Sia interi sia aperti a metà i peperoncini prima di essere esposti al sole devono essere messi su una griglia a maglie strette oppure su un panno di cotone, o su una tavola di legno. Dopo averli posti sulla griglia, li potrai esporre al sole sino al pomeriggio, la notte invece è consigliabile lasciarli a riposo in un luogo asciutto e riparato.

Coprite i peperoncini con una rete trasparente per proteggerli dagli insetti e dalla polvere, la notte se non avete un luogo riparato dove metterli, copriteli con due panni asciutti, per evitare che assorbino umidità.

La durata per essiccare i peperoncini al sole può variare dai tre ai cinque giorni, il risultato varia ovviamente in base alle condizioni climatiche e alle temperature esterne. In ogni caso il periodo migliore per l’essiccazione al sole è tra la fine di agosto e settembre.

essiccare peperoncini al sole

Come essiccare peperoncini piccanti con un essiccatore

Il metodo più veloce per seccare i peperoncini prevede l’utilizzo di un essiccatore, uno strumento che si trova facilmente in commercio. In questo articolo vi consigliamo il migliore essiccatore per alimenti.

Cos’è un essiccatore per alimenti?

L’essiccatore è un macchinario acquistabile anche per uso privato nella propria abitazione, esistono infatti anche delle versioni casalinghe.

L’essiccatore per frutta e verdura permette in tempi brevi di eliminare liquidi e succhi da diversi prodotti vegetali, tra questi anche i peperoncini, facile da usare e utile anche per essiccare la frutta di stagione.

Grazie ai flussi di aria calda potrete essiccare i peperoncini mantenendo il gusto e le proprietà nutritive del frutto, in maniera sicura e igienica.

Per essiccare un gran numero di peperoncini con l’essiccatore ci vogliono circa tre ore, i tempi dipendono dalla potenza dell’elettrodomestico e anche dalla sua capienza. Utilizzando l’essiccatore si ottiene un risultato ottimale perché si elimina al meglio l’ acqua presente all’interno dei peperoncini e non si rischia la formazione di muffa durante la loro conservazione.

Essiccare i peperoncini in forno

Infine è possibile essiccare i peperoncini in forno. Questa può rivelarsi la soluzione migliore in un periodo di maltempo o se si abita in zone eccessivamente umide, dove non è possibile procedere con l’essiccazione al sole, tuttavia, si tratta di un metodo piuttosto costoso, visto che richiede alcune ore di utilizzo dell’elettrodomestico.

Per essiccare i peperoncini in forno, rimuovete i semi e il picciolo, tagliateli a metà e disponeteli su delle teglie con della carta forno. Fate attenzione a non sovrapporli.

Prima di metterli in forno, preriscaldatelo a una temperatura tra i 70 e gli 80° circa, se avete un forno ventilato allora dovrete preriscaldarlo a una temperatura tra i 40 e i 50°.

Una volta inseriti i peperoncini in forno, è consigliabile lasciare lo sportello lievemente aperto, in questo modo si seccheranno e soprattutto non si bruceranno.  Attenzione a non accendere il grill per non bruciare l’esterno peperoncino.

Il tempo necessario per essiccare i peperoncini in forno è all’incirca di 6-7 ore. I peperoncini saranno essiccati e pronti quando assumeranno un colorito più scuro. Il tempo di cottura varia in base alla dimensione dei peperoncini.

Come conservare i peperoncini essiccati

Dopo che sarete riusciti a seccare i peperoncini piccanti è necessario conservarli in modo adeguato.

Il primo metodo è prendere i peperoncini essiccati e tritarli con un robot da cucina. Una volta tritati conservateli in un barattolo di vetro precedentemente sterilizzato. Per conservare al meglio il peperoncino tritato e dare più sapore ai peperoncini aggiungete dell’olio di oliva, il peperoncino così conservato è ideale per condire primi e secondi piatti.

La seconda soluzione è lasciare i peperoncini appesi in un luogo fresco e asciutto, per poi utilizzarli all’occorrenza.

Infine, per conservare i peperoncini essiccati per un periodo di tempo maggiore dovrete utilizzare barattoli di vetro con chiusura ermetica.

Se avete seccato molti peperoncini puoi scegliere di utilizzare vari metodi di conservazione. Ad esempio, potresti porne una parte sott’olio, altri essiccati e tritati e gli ultimi li puoi conservare completamente interi.

Qualunque soluzione adotti, potrai utilizzare per tutto l’anno i tuoi peperoncini secchi nelle tue pietanze piccanti in cucina, a partire dai primi piatti sino a giungere ai secondi di carne o pesce, e ai contorni di verdure.

Leave a Reply