Jalapeno

Lo Jalapeno è uno dei peperoncini più utilizzati in tutto il mondo, molto utilizzato nella cucina messicana, è particolarmente apprezzato per il suo potere afrodisiaco e per il suo gusto moderatamente piccante, il suo grado di piccantezza infatti non è molto elevato, oscilla tra i 2.500 e le 10.000 SHU anche se alcune varietà raggiungono i 25.000 SHU.

Il peperoncino Jalapeno prende il nome dalla città di Jalapa (Xalapa), in Messico.E’ conosciuto anche con i nomi di Gordo, Cuarsmenho, Huacinango e Chipotle. Appartiene alla specie Capsicum Annuum.

Peperoncino Jalapeno

Jalapeno: caratteristiche

Questi peperoncini sono lunghi tra i 4 e i 9 centimetri, presentano una forma tozza con base rotonda e il loro colore varia dal verde al rosso scuro quando sono maturi. Possono essere raccolti in qualsiasi momento a seconda del proprio gusto o dell’utilizzo che se ne vuole fare, lasciandoli maturare, il colore tenderà al rosso, il sapore sarà più dolce e il frutto avrà una piccantezza maggiore.

Il fiore di Jalapeno è bianco e molto grande con 5/6 petali.

Le varietà di Jalapeno esistenti sono molto diverse: ognuna ha le sue peculiarità. C’è il purple, il jumbo, l’early e molti altri.

Spesso, questo peperoncino viene raccolto quando non è ancora molto maturo, per poter essere mangiato fresco e per essere utilizzato in cucina in numerose ricette con una piccantezza minore dovuta alla precoce maturazione.

Le ricette più famose riguardano le preparazioni sott’olio, sottaceto o in salamoia.

In molti pub, vengono serviti dei bocconcini di jalapenos impanati e fritti con all’interno un formaggio spalmabile. Incontra molti favori anche il Chili con Carne, di cui questo peperoncino è il protagonista.

Coltivare lo Jalapeno

Come coltivare il peperoncino Jalapeno messicano?

Rispetto ad altri tipi di coltivazione, coltivare lo Jalapeno è una procedura abbastanza semplice che non richiede alte temperature e si adatta con facilità al clima.

La pianta di Jalapeno deve costantemente essere bagnata e non richiede molte ore sotto il sole: è il motivo per il quale non si raggiunge un grado di piccantezza estremo.

Una volta piantati i semi all’interno di un vaso, assicuratevi che il terriccio sia sempre umido e lasciate germogliare la pianta in un luogo non troppo illuminato.

Quando vedrete le prime foglie, trapiantate la pianta in un vaso più grande per dare maggiore libertà di crescita ai germogli e spostate il vaso in un luogo più illuminato.

Ruotate spesso il vaso, in modo che sia i frutti che la pianta non crescano storti in direzione del sole.

Le ore di sole richieste dalla pianta di Jalapeno sono quasi 6. Questa pianta andrebbe annaffiata almeno una volta alla settimana: qualora il terreno risultasse molto arido, non esitate a mettere dell’acqua.

Quando saranno trascorsi i tre mesi dalla germinazione, avete due scelte: potete raccogliere i peperoncini verdi, molto più aspri e medio piccanti, oppure attendere ancora un pochino che si colorino di rosso. Quest’ultimi hanno un sapore più dolce, ma raggiungono un grado SHU più elevato.

Coltivare lo Jalapeno

Essiccazione Jalapeno

Come essiccare i peperoncini Jalapeno?

Una volta raccolti potrete essiccare i vostri peperoncini per una migliore conservazione. Potete scegliere tra due tipi di essiccazione, al sole, più classica, o al forno qualora non abbiate un clima favorevole.

Essiccazione al sole

E’ possibile creare una collana di peperoncini da appendere al sole facendo passare con un ago il filo all’interno dei vari frutti, tuttavia, trattandosi di un frutto piuttosto carnoso, è sconsigliata questa tecnica.

Essendo un frutto di piccole dimensioni ma pur sempre carnoso è preferibile lasciare il peperoncino a essiccare al sole, sopra un foglio di carta assorbente o del cotone, soltanto dopo averlo tagliato a metà.

Essiccazione in forno

L’essiccazione in forno è sicuramente una tecnica più rapida.

Preriscaldate il forno a 50°-60°, lavate bene i peperoncini, tagliateli a metà e riponeteli senza che si tocchino nel forno, continuate a girarli per 2/3 ore.

I benefici dello Jalapeno

Che il peperoncino faccia bene alla salute non è un mistero. Dopotutto, la capsaicina, il principio attivo del peperoncino, apporta davvero molti benefici al nostro organismo. Ha proprietà analgesiche, è antibatterica, ripulisce il sangue dal colesterolo in eccesso.

Secondo recenti studi, la capsaicina è utile anche contro l’insorgere di alcune forme di cancro. Mangiare peperoncino aiuta il metabolismo a funzionare meglio: i soggetti che intendono perdere peso e che hanno un ciclo metabolizzante sballato possono ricorrere all’utilizzo della capsaicina.

Ma i vantaggi del fare regolare utilizzo del peperoncino non finiscono qui: contiene molte vitamine positive, come la A e la C, oltre ai flavonoidi, ovvero l’alfa-carotene, il beta-cartone.

Nel caso dello Jalapeno, delle ricerche approfondite hanno confermato il potere afrodisiaco dei piatti a base di questo peperoncino.

 

Leave a Reply