VidaPeperoncini

Il gusto piccante nella tua cucina!

Peperoncini, Prodotti

Jamaican Scotch Bonnet: caratteristiche e coltivazione

scotch bonnet peperoncino jamaican

Lo Scotch Bonnet, conosciuto anche come Jamaican Scotch Bonnet, è uno dei peperoncini più comuni dei paesi caraibici ed è presente in numerosissime pietanze tipiche del posto, dove risulta essere uno degli ingredienti principali.

Nei Caraibi sono presenti molteplici qualità di peperoncini, tra le quali il Bird Pepper o il più famoso Habanero, uno dei peperoncini più piccanti presenti in commercio: tuttavia quando si parla di “peperoncino caraibico”, ci si riferisce allo Scotch Bonnet.

Il Jamaican Scotch Bonnet appartiene alla specie Capsicum Chinense.

Scotch Bonnet e scala di Scoville

Il peperoncino jamaican ha una piccantezza molto elevata, misurata sulla scala di piccantezza dove raggiunge un valore compreso tra 50.000 e 250.000 SHU.

La sensazione di piccante che percepiamo a livello delle papille gustative non rappresenta una vera e propria sensazione gustativa, ma si tratta più che altro di una vera e propria sensazione di bruciore e di dolore, trasmesso dai recettori linguari al sistema nervoso.

Sulla scala di Scoville, lo Scotch Bonnet ha una piccantezza media, leggermente inferiore all’Habanero, peperoncino dalla fortissima piccantezza. Lo Scotch Bonnet è uno dei peperoncini più apprezzati e impiegati dai paesi caraibici, proprio perché in grado di insaporire e donare un tocco di piccantezza spiccata e piacevole alle pietanze tipiche del posto.

La piccantezza del peperoncino è concentrata nei semi, infatti è proprio nella sementa che si trova il più alto tasso di capsaicina, responsabile della piccantezza: se volete ridurre il gusto piccante delle vostre pietanze, si consiglia di rimuovere i semi. E’ consigliabile utilizzare dei guanti di gomma nella manutenzione dei peperoncini, infatti l’alto tasso di capsaicina agisce anche a livello cutaneo.

Scotch Bonnet: le caratteristiche

Il sapore dello Scotch Bonnet è caratterizzato da un gusto fruttato, a tratti dolce e il gusto speziato crea una magnifica miscela di sapori, in grado di conferire ad ogni pietanza un gusto esotico, unico e fortemente caratteristico: per questo motivo, questi peperoncini, oltre che nei Caraibi, vengono utilizzati a livello mondiale per la preparazione di salse o particolari piatti dai sapori piccanti ed orientali.

Negli Stati Uniti, gli Scotch Bonnet vengono impiegati per realizzare la buonissima “pepper sauce“, una salsa al peperoncino molto caratteristica e perfetta per accompagnare pietanze dai gusti sapidi e forti, come ad esempio una grigliata di carne o del pollo alla brace: in America, questa salsa viene cucinata direttamente in padella con le pietanze, in modo da poter sprigionare tutto il gusto e il sapore caldo degli Scotch Bonnet e da creare una commistione davvero unica e perfetta.

Allo stesso modo, gli Scotch Bonnet vengono trattati con essiccazione, che può essere effettuata in maniera naturale o mediante l’ausilio di mezzi artificiali, per essere serviti in polvere o a pezzi sul pesce, sulle zuppe o sullele minestre di verdure. All’estero è molto apprezzato il piccante e il forte gusto speziato degli Scotch Bonnet, specialmente per la sua capacità di rendere il sapore di ogni piatto unico e inimitabile.

Secondo la classificazione effettuata dall’Accademia del Peperoncino, ONLUS fondatata nel 1994 con l’obbiettivo di diffondere la cultura calabrese legata al peperoncino a livello nazionale e internazionale, lo Scotch Bonnet è classificabile come un peperoncino appartenente botanicamente alle cosiddette “varietà domesticate“.

Con il termine varietà domesticate, in botanica, ci si riferisce a tutte quelle specie di piante non selvatiche, che vengono coltivate dall’uomo: a questa varietà, oltre che lo Scotch Bonnet, appartengono migliaia di altre tipologie di peperoncino, ognuna con le proprie caratteristiche e il proprio gusto unico, dominato da una piccantezza di variabile entità.

Sul sito ufficiale dell’Accademia del Peperoncino sono presenti numerosissime specie diverse di piante di peperoncino, studiate e osservate da numerosi ricercatori ed esperti nel settore, che si sono impegnati a delinearne le caratteristiche principali, descrivendone magistralmente sia le caratteristiche botaniche, sia tutto ciò che riguarda le pratiche di coltivazione e di manutenzione necessarie per il corretto sviluppo del germoglio.

Coltivare Scotch bonnet

Il gusto dello Scotch Bonnet viene fortemente influenzato dalla tipologia di terreno utilizzato per la semina, per la coltivazione e per la crescita dei peperoncini: queste piante, sono molto complesse e necessitano di una cura magistrale per poter garantire il massimo della resa a livello di sapore e piccantezza del frutto.

Per coltivare i peperoncini è importante scegliere un terreno che possieda al suo interno tracce di terra argillosa e sabbiosa, questo garantirebbe il corretto sviluppo del germoglio e della fioritura.

Anche l’acidità del terreno è altrettanto importante, scegliere un terreno basico e fortemente alcalinizzato consente ai frutti di nutrirsi correttamente e di non cadere né avvizzire prima del tempo.

Dopo aver scelto con attenzione il terreno, un’altro tassello importante per coltivare Scotch Bonnet è la cura del germoglio: la pianta di Scotch Bonnet necessita la corretta quantità di acqua per crescere ed evitare un rinsecchimento che comporterebbe la caduta anticipata delle foglie e dei fiori germogliati.

Anche in fase di crescita avanzata, un’improvvisa diminuzione dell’annaffiatura potrebbe arrestare irreversibilmente la maturazione dei germogli, producendo frutti dal gusto poco sapido.

Solo una corretta coltivazione e una cura adeguata del terreno e del germoglio nascente, consentirà di ottenere degli Scotch Bonnet dal gusto pienamente caratteristico, speziato e con una nota di piccantezza molto spiccata, rispettando la scala di Scoville della razza originaria dei frutti di questa pianta.

Dove comprare i semi?

Se si desidera acquistare i semi di Scotch Bonnet, di certo non sarà facile reperirli nei negozi fisici tradizionali, si tratta infatti di una varietà di peperoncino piuttosto rara e tipica di una precisa zona geografica, per questo l’unica soluzione è acquistare i semi di Scotch Bonnet online, su siti specifici e raccomandabili.

Specialmente quando si tratta dell’acquisto di prodotti alimentari, è sempre consigliabile assicurarsi riguardo l’affidabilità del sito dal quale si decide di ordinare la propria merce online: solo in questo modo ci si assicura dell’affidabilità e della serietà di una determinata piattaforma e di ingerire alimenti che siano freschi e privi da qualsiasi forma di contaminazione alimentare potenzialmente pericolosa per la propria salute.

Dopo aver acquistato i propri semi di Scotch Bonnet, sul sito dell’Accademia del peperoncino è disponibile la scheda botanica tecnica con consigli sulle tecniche di semina, coltivazione, e conservazione dei frutti.

Da diversi anni ormai l’Accademia del Peperoncino studia le differenti specie di peperoncini e le classifica realizzando schede tecniche botaniche, i peperoncini vengono classificati in base a criteri come il gusto, il piccante e la sapidità, si tratta di un team guidato da Massimo Biagi, laureato alla facoltà di Agraria dell’Università di Pisa.

Lascia una risposta